Perché donare

Donare il sangue è un gesto di solidarietà…

Il dono del sangue è un’esperienza di vera solidarietà, di notevole valore civico ed etico, un gesto di grande generosità, che permette di salvare tante vite umane.
Il sangue umano è un prodotto naturale non riproducibile artificialmente, indispensabile alla vita.
La donazione è pertanto un atto volontario, gratuito, anonimo e responsabile, da ripetere in modo periodico.

Per gli altri: un gesto di grande consapevolezza e solidarietà.

Il sangue umano è un presidio terapeutico vitale e insostituibile, non riproducibile artificialmente, sempre più necessario in ragione del progresso della medicina e dell’aumento della vita media. Donare il sangue può davvero salvare una vita: molti bambini affetti da malattie ematologiche (leucemia, talassemia, ecc.) così come le persone con gravi emorragie per incidente possono essere salvati grazie al sangue donato.
Così, anche pazienti che subiscono interventi chirurgici possono avere necessità di impiego di globuli rossi concentrati e/o di plasma, e/o di piastrine per problemi inerenti il decorso operatorio. Senza i donatori di sangue, non ci sarebbero i trapianti di organi.

Per te stesso: per tenere sotto controllo la tua salute, attraverso le visite e gli esami.

Donare sangue periodicamente garantisce un controllo costante del nostro stato di salute, attraverso le visite sanitarie e gli accurati esami di laboratorio. Abbiamo così la possibilità di conoscere il nostro organismo e di vivere con maggiore tranquillità, sapendo che una buona diagnosi precoce eviterà l’aggravarsi di disturbi latenti.
L’atto della donazione è un momento di grande valore etico che non comporta alcun sacrificio né danneggia in alcun modo la propria salute, essendo velocemente ricostituita dall’organismo la piccola quota di sangue sottratta.
Inoltre il donatore gode di un ristoro adeguato dopo ogni donazione e, per i chi è lavoratore dipendente, è prevista per legge una giornata di riposo conservando la normale retribuzione. A coloro che non godono della giornata di riposo è data precedenza di accesso alla visita.