Riportiamo qui sotto il comunicato dell’AVIS Regionale Emilia-Romagna:

FORSE NON TUTTI SANNO CHE…
…in seguito all’esplosione sull’A1, all’altezza di Borgo Panigale, oltre a un morto ci sono 145 feriti, alcuni dei quali ustionati gravi. Per le cure di questi ultimi, il plasma è indispensabile.
Per questo ringraziamo i donatori e le donatrici di questo prezioso emocomponente, e invitiamo chi volesse diventare donatore a contattare la propria Avis.
Non c’è un’emergenza, ma i donatori periodici esistono proprio perché non ce ne sia mai una. Grazie di cuore.
E un abbraccio a tutte le persone coinvolte, ai loro cari, a tutte le squadre di soccorso che lavorano senza sosta da 24 ore.

Donatore da record

https://www.ilpost.it/2018/05/20/james-harrison-plasma-anti-d-bambini-australia/

Riportiamo la notizia di un donatore agli antipodi, perché, nonostante la lontananza geografica, lo spirito che ci accomuna è lo stesso: aiutare gli altri, combattere l’indifferenza, sentirsi parte attiva di una comunità.

James Harrison da ragazzo ricevette alcune sacche di sangue per un delicato intervento chirurgico. Da adulto decise quindi di diventare donatore perché capì la fondamentale importanza del dono del sangue.

Ma la storia di James deve fare riflettere: cosa sarebbe successo, o meglio, cosa NON sarebbe successo se egli non avesse avvertito, anche in seguito alla sua diretta esperienza in ospedale, l’importanza di donare il proprio sangue? Tutti quei bambini sarebbero nati lo stesso? Sì, no, forse…

AVIS si impegna a far comprendere l’importanza e l’utilità del dono del sangue e dei suoi componenti, in quanto, nonostante i progressi della medicina, delle scienze e della biochimica, solo dall’uomo si possono prelevare. Non esiste ancora il sangue artificiale.

Il sangue umano e i suoi componenti vengono impiegati nella cura di malattie come leucemie, talassemia, trapianti di fegato e tutte le patologie ematiche in generale, che hanno sempre bisogno di un donatore. Nessun ospedale è in grado di assicurare alcuna terapia trasfusionale senza la preventiva disponibilità dei volontari.

Per diventare donatore occorre essere maggiorenne e avere un peso superiore a 50 kg. Un medico effettuerà un colloquio, una visita, e gli accertamenti di tipo diagnostico e strumentale per verificare che non vi siano controindicazioni alla donazione.

Ecco cosa cura il nostro sangue:

globuli bianchi : è utile per la cura di leucemie, tumori, intossicazioni da farmaci;

globuli rossi: serve per la cura di anemie, emorragie;

piastrine: cura malattie emorragiche;

plasma: c’è bisogno quando vi siano state grosse variazioni quantitative dovute ad ustioni, tumori del fegato, carenza dei fattori della coagulazione non diversamente disponibili;

plasmaderivati Fattore VIII e IX: sono utili per l’emofilia A e B, immunoglobuline aspecifiche per alcune malattie immunologiche, albumina su alcune patologie del fegato e dell’intestino.

NON aspettare, NON avere timore, DONA IL SANGUE!

Diventare donatore di sangue

Calendario prelievi